Statistiche Gazzetta Serie A
MagicGol è l'app per fantallenatori che tutti aspettavano.
Le tre giornate di campionato previste tra agosto e settembre prima della pausa per le nazionali sono terminate. In queste tre settimane abbiamo avuto conferme, qualche delusione e anche tanti volti nuovi che hanno ben figurato. Andiamo a vedere come sono cambiate le quotazioni del listone fantacalcio targato Gazzetta dello Sport, tra giocatori che hanno visto lievitare il loro prezzo ed altri che invece lo hanno visto calare.

PORTIERI

Tra gli estremi difensori, quello che ha visto salire di più la sua quotazione è Alfred Gomis della Spal. Costava 2 nel listone iniziale, ora vale 6 (+4), grazie anche alle sue ottime prestazioni: un solo gol subito in tre partite. Significativo anche il miglioramento di altri due portieri, ovvero Scuffet dell'Udinese e Terracciano dell'Empoli. Entrambi partivano come riserve, ora sono titolari e la loro quotazione è passata da 1 a 4. Tra i big, leggero aumento per Sirigu (+2 da 13 a 15) e Handanovic (+1 da 16 a 17), mentre scende di 1 Marchetti dopo le cinque reti subite col Sassuolo (da 11 a 10).

DIFENSORI

Il "most improved player" come direbbero in NBA è Pol Lirola, terzino classe '97 del Sassuolo, che partiva con una quotazione di 5 ed ora costa 9: un +4 merito anche di De Zerbi e del suo gioco offensivo che esalta le qualità del giocatore scuola Juve, andato pure a segno contro il Genoa. Altri difensori che hanno segnato vedono la loro quotazione salire: N'Koulou (da 13 a 16), Milenkovic (da 10 a 13), Ferrari (da 10 a 13) e Calabria (da 7 a 10) aumentano tutti di 3 il loro valore. Tra i nomi top spicca il +2 di Florenzi (da 16 a 18) e Manolas (da 17 a 19) ed il +1 di Chiellini (da 14 a 15) e De Vrij (da 22 a 23). Scende invece di 2 la quotazione di Koulibaly, complice un avvio difficile (da 21 a 19). Altri big hanno convinto poco e perdono una unità nella loro quotazione, come Skriniar (da 20 a 19), Marusic (da 16 a 15), Cancelo (da 17 a 16) e Caldara (da 18 a 17).

CENTROCAMPISTI

Incredibile il balzo in avanti di Marco Benassi, attuale capocannoniere del campionato con 3 reti: la sua quotazione si è impennata di 7 milioni, passando da 14 a 21. Balzo in avanti anche per Boateng, con un +5 nella sua quotazione (da 14 a 19). Significativo anche il miglioramento di Zielinski, con un +4 (da 18 a 22), così come De Paul (da 15 a 19). Attenzione anche a nomi meno noti: +3 per Barillà e Meitè (da 6 a 9), ma anche per l'ultimo arrivato Rigoni (da 13 a 16) e per Gerson (da 7 a 10). Tra i big si alza la quotazione dell'interista Perisic (+3, da 26 a 29), del milanista Bonaventura (+2, da 21 a 23), del viola Chiesa (+2, da 21 a 23) e dello juventino Pjanic (+1, da 24 a 25). Attenzione però ai diversi big che invece vedono calare la loro quotazione, a causa di un avvio stentato. I laziali Milinkovic e Parolo perdono due milioni (da 29 a 27 il primo, da 17 a 15 il secondo), così come il neo-romanista Cristante (da 23 a 21), il partenopeo Hamsik (da 23 a 21) ed il felsineo Dzemaili (da 12 a 10).

ATTACCANTI

L'attaccante che ha visto alzarsi di più la sua quotazione non poteva non essere Piatek: +5 per lui, con il suo costo che passa da 11 a 16 milioni, grazie alle tre reti in due partite. Avvio pieno di bonus e quotazione in aumento anche per Berardi e Gomez. Entrambi fanno segnare un +4, con l'attaccante italiano che passa da 17 a 21 ed il Papu che va da 24 a 28. Stesso aumento anche per il sampdoriano Defrel (da 13 a 17) e per il bianconero Mandzukic (da 18 a 22). Significativo miglioramento (+3) anche per le quotazioni di Pandev (da 13 a 16) e Pavoletti (da 20 a 23). Anche qui, diversi big vedono scendere il loro prezzo. Uno su tutti? Ovviamente Cristiano Ronaldo. La sua quotazione monstre si è abbassata di cinque milioni, passando da 60 a 55. CR7 comunque è in buona compagnia: Icardi fa segnare un -3 (da 40 a 37), Immobile un -2 (da 39 a 37), Higuain e Dzeko un -1 (da 33 a 32 il milanista, da 34 a 33 il romanista). Cominceranno a carburare dopo la sosta?