MagicGol è l'app per fantallenatori che tutti aspettavano.
Torna il campionato dopo la sosta della scorsa settimana, con il nuovo format orario di quest'anno che prende ufficialmente il via con la 4a giornata. Tre gare al sabato (alle 15, alle 18 e alle 20.30), un lunch match (domenica alle 12.30), tre partite la domenica alle 15, una alle 18 e una alle 20.30, ed il monday night del lunedì alle 20.30. Andiamo a vedere quali sono le ultime dai campi per le sfide di questa 4a giornata che si preannuncia scoppiettante.

INTER-PARMA (sabato ore 15.00)

Inter: Icardi recupera ma parte dalla panchina, così come De Vrij che potrebbe rifiatare in vista della Champions. Il centravanti sarà Keita, dato che Lautaro è ancora fuori, così come Vrsaliko uscito malconcio dalla sfida tra Croazia e Spagna. Parma: ancora lunga la lista degli assenti: Calaiò, Grassi, Dezi, Munari, Scozzarella e Biabiany. Di Gaudio ha un problema al ginocchio, ed al suo posto sono pronti sia Ciciretti che Siligardi. Confermati gli altri, su tutti Inglese, Stulac e Gervinho.

NAPOLI-FIORENTINA (sabato ore 18.00)

Napoli: Meret continua il suo recupero, tra i pali ancora Ospina. Chiriches è stato operato al ginocchio e ne avrà per almeno 4 mesi. In attacco confermato Milik, così come Hamsik che verrà riproposto davanti alla difesa. Torna tra i convocati Fabian Ruiz. Fiorentina: Lafont è infortunato, tra i pali quindi spazio a Dragowski. Dopo la squalifica della prime due partite torna Veretout: se giocherà davanti alla difesa fuori Fernandes ed Eysseric gioca nei tre davanti, altrimenti verrà spostato Gerson nel tridente con Veretout mezzala a discapito dell'altro francese.

FROSINONE-SAMPDORIA (sabato ore 20.30)

Frosinone: torna tra i convocati dopo 5 mesi Daniel Ciofani, così come Campbell, ma la coppia d'attacco sarà Ciano-Perica. Torna Hallfredsson in mezzo al campo, solito 3-5-2 con il ballottaggio tra Krajnc e Capuano in difesa. Sampdoria: Praet non è stato convocato da Giampaolo, così come Saponara infortunatosi contro il Napoli. Al posto del trequartista ex Empoli giocherà uno tra Caprari (favorito) e Ramirez. Rischiano il posto anche Tonelli (ballottaggio con Colley) ed Ekdal (ballottaggio con Linetty), entrambi acciaccati.

ROMA-CHIEVO (domenica ore 12.30)

Roma: out Pastore e Florenzi, in dubbio anche Manolas e Schick. Di Francesco comunque tornerà al 4-3-3 con Under ed El Shaarawy ai lati di Dzeko e gli azzurri Cristante e Pellegrini a centrocampo assieme a N'Zonzi. Spazio anche a Karsdorp in difesa e Marcano se non recupererà Manolas. Chievo: non dovrebbero farcela Cacciatore ed Hetemaj, che probabilmente non saranno convocati. Birsa e Giaccherini saranno titolari a sostegno di Stepinski, con Obi da mezzala.

GENOA-BOLOGNA (domenica ore 15.00)

Genoa: fuori circa 20 giorni sia Lisandro Lopez che Favilli, mentre sarà di nuovo arruolabile Sandro. Ballardini riproporrà il 3-4-1-2 con Pandev a supporto dello scoppiettante duo Kouamè-Piatek. Bologna: non ce la fa a recuperare Palacio, in attacco Pippo Inzaghi darà ancora spazio alla coppia Falcinelli-Santander con Destro pronto a subentrare. Nonostante la pesante sconfitta con l'Inter verrà riproposto probabilmente lo stesso undici iniziale.

JUVENTUS-SASSUOLO (domenica ore 15.00)

Juventus: in difesa scalpita la coppia Rugani-Benatia: almeno uno dei due dovrebbe partire titolare. Dybala sembra destinato alla panchina, così come Pjanic che ha preso una botta in nazionale: pronti Bentancur ed Emre Can. Davanti si va verso il tridente Bernardeschi-Ronaldo-Mandzukic. Sassuolo: Babacar dovrebbe sedersi in panchina, con Boateng falso nueve assieme a Berardi e Di Francesco. A centrocampo Magnanelli dovrebbe scalzare Locatelli come regista, così come Bourabia sembra in vantaggio su Sensi. Coppia centrale difensiva tutta italiana con Magnani e Ferrari.

UDINESE-TORINO (domenica ore 15.00)

Udinese: ballottaggio in porta tra Scuffet e Musso, con l'argentino che potrebbe anche scalzare il collega italiano. Torna dopo la squalifica Mandragora, mentre Troost-Ekong e Barak non sono al meglio e rischiano la panchina. Torino: sulla corsia sinistra infortunati sia Ansaldi che Ola Aina (anche se quest'ultimo potrebbe essere convocato in extremis), quindi giocherà Berenguer. Zaza partirà ancora dalla panchina, mentre è ballottaggio a centrocampo tra Baselli e Rincon per un posto accanto a Meitè e Soriano.

EMPOLI-LAZIO (domenica ore 18.00)

Empoli: infortunio serio ai flessori per Antonelli che rischia fino a 3 mesi di stop. Anche Pasqual però non è al meglio, quindi si candida Veseli per un posto da terzino sinistro. Possibile cambio modulo: non più 4-3-1-2 con la coppia Caputo-La Gumina ma 4-3-2-1 con Bennacer a centrocampo e la punta ex Palermo in panca. Lazio: ancora out per infortunio Berisha e Luiz Felipe. Marusic ha qualche acciacco ma dovrebbe farcela. Per il resto tutti i big al completo, con Milinkovic e Luis Alberto a sostenere Immobile nonostante Correa reclami spazio. Wallace in vantaggio su Caceres come terzo difensore.

CAGLIARI-MILAN (domenica ore 20.30)

Cagliari: dopo la squalifica per doping torna Joao Pedro, ma da trequartista dovrebbe partire ancora Ionita. Ballottaggio tra Sau e Farias con il sardo favorito per affiancare Pavoletti, mentre Klavan ha svolto personalizzato e rimane in dubbio. Milan: oltre ai lungodegenti è fuori anche Cutrone per una distorsione alla caviglia. Gattuso si affiderà ai soliti noti con pochissime eccezioni: Laxalt è in vantaggio su Rodriguez, mentre Caldara rimane in ballottaggio con Musacchio, anche se dovrebbe spuntarla ancora l'argentino ex Villareal.

SPAL-ATALANTA (lunedì ore 20.30)

Spal: complice l'infortunio di Schiattarella è previsto l'esordio dal primo minuto per Valdifiori. Per il resto formazione confermatissima, con il duo Petagna-Antenucci a suonare la carica davanti. Atalanta: qualche problema in difesa, dove rischiano di rimanere fuori sia Toloi che Mancini alle prese con delle noie muscolari. In compenso torna tra i convocati Ilicic, che però partirà dalla panchina così come Rigoni. Gollini giocherà in porta.